La Section 508

La Section 508 è la principale fonte legislativa statunitense in materia di accessibilità dei sistemi informatici: essa impone che tutte le tecnologie elettroniche ed informatiche sviluppate, acquistate, mantenute, o utilizzate dal governo federale debbano essere accessibili alle persone con disabilità.

L’iter Legislativo

La Section 508 nasce come emendamento ad un precedente atto legislativo il “Workforce Rehabilitation Act” del 1973, avente come obbiettivo l’eliminazione o la riduzione delle barriere che potevano ostacolare una persona disabile nell’utilizzo di qualsiasi tipo di servizi e informazioni forniti da agenzie federali.

Nel 1986 fu approvata la prima versione della Section 508, che raggruppava una serie di direttive per l’eliminazione di barriere all’accesso ad informazioni e servizi nel campo specifico della cosiddetta Information Technology.

Nel 1998 un secondo emendamento di questa legge, chiamato “Workforce Investment Act”, ha aggiornato le specifiche tecniche di tale articolo, inserendo delle direttive per lo sviluppo di applicazioni web accessibili e rendendo obbligatori, per ciascuna agenzia federale degli Stati Uniti i requisiti di accessibilità per i servizi informatici.

Nel 2006, l’Access Board del Stati Uniti ha organizzato un comitato consultivo, il “Telecommunications and Electronic and Information Technology Advisory Committee” (TEITAC), per rivedere e consigliare gli aggiornamenti alla Section 508 e alle “Telecommunications Act Accessibility Guidelines”. Il TEITAC ha pubblicato la sua relazione nel mese di aprile 2008 e nel febbraio 2015, l’Access Board ha pubblicato un avviso di proposta di revisione ed aggiornamento della Section 508.

Differenze con le WCAG

Al contrario di quanto avvenuto con la legislazione europea sull’accessibilità, laddove i vari paesi europei hanno adottato in maniera più o meno completa le WCAG 2.0, attraverso la Section 508 gli Stati Uniti hanno mantenuto una loro formale indipendenza dalle linee guida definite dal W3C.

Invece, dal punto di vista prettamente tecnico, la Section 508 e le WCAG condividono molti principi ispiratori e molte raccomandazioni. In particolare, sotto molti punti di vista la Section 508 può essere considerata come un sottoinsieme delle WCAG 2.0, anche se la mancanza di un insieme di documenti tecnici allegati ( come ad esempio avviene per le WCAG con i documenti “How to Meet WCAG 2.0”, “Understanding WCAG 2.0”  e Techniques for WCAG 2.0” ), ne rendono meno immediata l’applicazione.